Emblema della Repubblica
Governo Italiano - torna alla pagina principale

Cerca nel sito


Dipartimento per il coordinamento amministrativo

   

Servizio per la concertazione amministrativa e il monitoraggio in materia di territorio, ambiente e immigrazione

Commissione per la concessione di riconoscimento
ai congiunti degli infoibati

La legge 30 marzo 2004, n. 92, istituisce il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe, dell'esodo giuliano-dalmata, e delle vicende del confine orientale, prevedendo la concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati, al fine di dare un segnale di risarcimento morale ai pregiudizi subiti immediatamente dopo la seconda guerra mondiale da quella parte degli italiani che risiedevano nell’Istria, a Fiume e nella Dalmazia.
In particolare, l’articolo 3 e seguenti dispongono che il riconoscimento, a titolo onorifico e senza assegni, consista in un’insegna metallica, con relativo diploma, da concedere a domanda al coniuge superstite, ai figli, ai nipoti, ovvero, in loro mancanza di questi, ai congiunti fino al sesto grado di coloro che dall’8 settembre 1943 al 10 febbraio 1947 in Istria, in Dalmazia o nelle Province dell’attuale confine orientale, furono soppressi e infoibati, nonché agli scomparsi e quanti nello stesso periodo e nelle stesse zone furono soppressi mediante annegamento, fucilazione, massacro, attentato, in qualsiasi modo perpetrati.
La normativa stessa dispone altresì che il riconoscimento possa essere concesso anche ai congiunti dei cittadini italiani che persero la vita dopo il 10 febbraio 1947 ed entro l’anno 1950, qualora la morte sia sopravvenuta in conseguenza di torture, deportazione e prigionia, escludendo coloro che morirono in combattimento.
Le domande finalizzate a detto riconoscimento devono essere indirizzate alla Presidenza del Consiglio dei Ministri entro il termine di dieci anni dalla data di entrata in vigore della legge citata. La Commissione apposita, istituita con d.P.C.M, 10 febbraio 2005, é presieduta dal Presidente del Consiglio dei Ministri o da un suo delegato e ne fanno parte rappresentanti di: Ufficio Storico presso gli Stati Maggiore di Esercito, Marina, Aeronautica, Comando Generale Arma dei Carabinieri, Comando Generale della Finanza, Comitato Onoranze Caduti Foibe, un esperto dell’Istituto regionale cultura istriano-fiumano-dalmata di Trieste, un esperto della Federazione Associazioni esuli dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, nonché un funzionario del Ministero dell’Interno. La Commissione opera presso il Dipartimento per il coordinamento amministrativo ed ha il compito di esaminare le istanze e deliberarne l’accoglimento, ovvero il respingimento.
A conclusione del lavoro della Commissione, il Servizio per la concertazione amministrativa e il monitoraggio in materia di territorio, ambiente e immigrazione predispone ogni anno il d.P.R. di concessione delle onorificenze e provvede altresì agli adempimenti connessi sia alla realizzazione delle medaglie e dei diplomi da parte dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, sia all’organizzazione della cerimonia di consegna dei riconoscimenti agli insigniti, che ha luogo il 10 febbraio di ciascun anno, nella ricorrenza del Giorno del Ricordo, presso il Palazzo del Quirinale e presso le Prefetture di residenza degli insigniti.
Nell’ambito di tale procedimento il Servizio stesso espleta una costante attività di comunicazione intesa a fornire informazioni e chiarimenti alle persone interessate al conferimento in parola, ma anche finalizzata a mantenerne viva la memoria dei tragici accadimenti.

Documentazione:

  1. Modalità di presentazione della domanda
  2. Decreti di assegnazione delle onorificenze
  3. Normativa di riferimento
  4. Relazioni annuali

 

Informazioni generali sul sito