Emblema della Repubblica
Governo Italiano - torna alla pagina principale

Cerca nel sito


Ti trovi in: Home : Presidenza del Consiglio : Comitati e Commissioni :

Comitato per la biosicurezza e le biotecnologie

 

Glossario

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M -
N - O - P - Q - R - S - T - U - V - X - Y - W - Z

Validità analitica

Sensibilita' e specificita' analitica di un test. Vedi anche sensibilita' analitica e specificita' analitica.

Validità clinica

Sensibilità clinica, specificità e valore predittivo di un test nei confronti di una malattia. Vedi anche sensibilità, specificità, valore predittivo.

Valore predittivo

In un test, percentuale dei positivi al test che sono veri positivi (valore predittivo positivo, VPP), oppure percentuale di persone con test negativo che sono veri negativi (valore predittivo negativo, VPN). In una tavola di contingenza 2x2 (vedi), VPP=a/a+b, VPN=d/c+d. Il VP di un test e' determinato, oltre che dalla sua sensibilita' e specificita', anche dalla probabilità a priori di essere portatori della malattia.

Variabilità

Insieme delle differenze fenotipiche più o meno marcate esistenti tra gli individui di una stessa specie, animale o vegetale, con l'esclusione di quelle correlate al sesso o dipendenti da momenti diversi del ciclo vitale.

Variante

Organismo che presenta uno o piu' caratteri differenti (biochimici, morfologici, antigenici, ecc.) da quelli tipici della specie o del gruppo di appartenenza, per quanto mantenga i tratti fondamentali di questi .

Vettore

Nelle tecniche di DNA ricombinante, un plasmide, un batteriofago o altro elemento di DNA con capacita' di replicazione autonoma, in cui e' stato inserito del DNA estraneo (inserto). Con il vettore viene replicato anche l'inserto che puo' pertanto essere moltiplicato (clonato) e successivamente recuperato per svolgere tutte le analisi del caso. Un vettore deve contenere uno o piu' siti di restrizione, geni che conferiscano un qualche carattere fenotipico alle cellule destinate a ospitarlo (formazione di placche, resistenza ad un antibiotico o ad un farmaco, ecc.) e essere capace di replicazione autonoma in tali cellule.

Informazioni generali sul sito