Emblema della Repubblica
Governo Italiano - torna alla pagina principale

Cerca nel sito


Osservatorio per l’asse ferroviario Torino-Lione

 

Il neo Presidente dell’Osservatorio incontra Sindaci e Istituzioni

  • Primo incontro dell’Osservatorio con il Presidente Calogero Mauceri;
  • ribadita la volontà di collaborazione e confronto.

Torino, 1 aprile 2022 - Si è svolta questa mattina presso la Sala consigliare della Città metropolitana di Torino la prima riunione dell’Osservatorio per l’Asse ferroviario Torino Lione coordinata dal neo presidente Calogero Mauceri (nominato con Dpcm 22 febbraio 2022).

All’incontro, convocato coinvolgendo tutti i componenti previsti dal DPCM del 2017, nel corso del quale i diversi soggetti coinvolti hanno illustrato l’aggiornamento sullo stato delle attività, hanno partecipato il Prefetto di Torino, Raffaele Ruberto, il Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, l’Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Marco Gabusi, il sindaco della città metropolitana di Torino, Stefano Lo Russo insieme a tutti i Sindaci dei territori interessati dall’opera, il Direttore Generale di TELT, Mario Virano, il Presidente della Commissione Intergovernativa Italia-Francia, Paolo Foietta, la Direttrice Investimenti Nord Ovest di Rete Ferroviaria Italiana, Paola Barbaglia.

È stata anche l’occasione per aggiornare la platea sulle attività in corso sia nella tratta italiana che in quella internazionale e per ribadire l’obiettivo di far riacquistare centralità all'Osservatorio come importante sede di confronto organizzando incontri periodici con tutte le realtà istituzionali, economiche e sociali che già in passato hanno dato il loro contributo di idee con l'obiettivo comune di realizzazione di un'opera condivisa.

Simbolica anche la sede, in cui si è svolto l’incontro e si svolgeranno anche i successivi, della Città metropolitana ufficialmente rientrata nell’Osservatorio insieme alla Città di Torino.

Nella sezione documenti sono pubblicate le presentazioni sullo stato delle attività presentate nella riunione da RFI, TELT e Regione Piemonte